Il premio Ted 2011 al “photograffeur”

E’ iniziata ieri e durerà fino al 4 marzo una delle conferenze più importanti del mondo la TED ( Technology, Entertainment, Design) che si svolge annualmente a Monterey in California e ogni due anni in una diversa città del mondo.
E’nata nel 1984 e dal 1990 ogni anno raduna persone provenienti da diverse settori per parlare per 4 giorni di idee degne di essere diffuse come sintetizza lo slogan della manifestazione “ ideas worth spreading”.
Dunque una comunità di innovatori e precursori del cambiamento che si riuniscono per condividere e divulgare il loro pensiero ad un audience internazionale, sfruttando soprattutto il potere della Rete come canale primario di comunicazione, infatti sono fondamentali i video che ripropongono i vari speech online.
Dal 2005 è stato istituito il Ted Prize un premio annuale per individui eccezionali che ricevono una somma di 100.000 $ per poter realizzare la loro idea per cambiare il mondo.
Quest’anno dopo Bono leader degli U2, il fisico Robert Fischell, Bill Clinton e molti altri il Ted Prize 2011 è stato assegnato all’artista, o meglio al “ photograffeur” JR.
JR , queste sono le iniziali dell’artista parigino  che da 5 anni cambia la fisionomia delle città del mondo con le sue opere, creazioni a metà tra fotografia e street art;  da qui l’ideazione dell’appellativo “photograffeur” ( fotografia + graffiti).
JR è il più giovane vincitore del premio Ted infatti a soli 28 anni la comunità con base a New York ha ritenuto che la sua espressione artistica avesse tutti i requisiti per ricevere il riconoscimento avendo una forte valenza innovatrice.
JR, di solito schivo a questa tipologia di premi, si dichiara entusiasta del Ted Prize soprattutto perché come dichiara al New York Times non lo ritiene fine a se stesso, ma ne apprezza lo spirito collaborativo in cui  Ted si propone di supportarlo nella realizzazione delle sue opere.
Il primo progetto attravero cui JR  ha catalizzato l’attenzione del pubblico è quello del  2006 a Parigi con Portrait of a generation reportage fotografico che invade i muri della capitale parigina dopo la storia delle banlieus. In seguito sarà di forte impatto l’esibizione “illegale” del 2007 Face2 Face dove in 8 luoghi tra Israele e Palestrina JR ha esposto ritratti  di palestinesi e israeliani occupati nei medesimi lavori. Il più famoso è sicuramente Women are Heroes: omaggio alle donne che vivono in Brasile, Cambogia, Africa e India ritratte con un obiettivo 28 millimetri; il loro sguardo diventa protagonista attraverso le foto attaccate nei villaggi dove vivono.
Ultimo progetto in ordine temporale è The Wrinkles of the City gigantografie tra le strade di Shangai per rappresentate la memoria della città dall’occupazione giapponese al regime di Mao. Il tratto distintivo di JR è quello di non avere vincoli di nessun tipo soprattutto monetari; molte società attratte dalla maestosità delle sue opere e della loro visibilità si sono proposte come sponsor venendo sempre rifiutate perchè,  come lo stesso artista  JR dichiara,  lo scopo principale della sua arte è creare dibattito e  l’intrusione di un brand vanificherebbe tutto. Anche al TED quest’anno hanno dovuto adeguarsi a questa condotta; infatti la conferenza di solito viene sponsorizzata da grandi aziende come Coca Cola e Goldman Sachs, ma data la volontà di JR Amy Novogratz , direttore del premio, ha chiesto ad eventuali sponsor di partecipare in anonimo.
L’avversione all’aspetto monetario si manifesta anche per quanto concerne la vendita delle sue opere, infatti JR non ha accolto con piacere la notizia che una settimana fa ad un’asta di street art a Londra una sua opera è stata venduta ad un prezzo 4 volte superiore alla vendita iniziale avvenuta 18 mesi prima;  “Io voglio vendere a persone che acquistano per sentirsi parte di un progetto non perchè hanno finalità di guadagno” dichiara al New York Times. Dunque l’arte di JR si caratterizza per manifestarsi prima di tutto per la sua libertà, senza vincoli monetari né spaziali, pura espressione che ha come unico scopo  quello di comunicare e far pensare, stessi obiettivi per cui ogni anno TED riesce ad attirare l’attenzione di una comunità sempre più numerosa.
Ora aspettiamo curiosi i frutti di questa preziosa collaborazione.

Di seguito alcune immagini dei suoi progetti più importanti

Women are Heroes- Kenya

Women are Heroes-Londra

Women are Heroes-Parigi

The Wrinkles of the city-Shangai

Infine il video di presentazione di JR come vincitore del TED Prize 2011

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...