Per un anno rivoluzionario

15 Settembre 2013.

Siamo a metà mese ed io ancora non ho scritto nulla di propiziatorio per questo nuovo anno.

Settembre è il momento giusto per fare piani, elencare desideri, invocare il cambiamento e progettare in alcuni casi una nuova vita.

Il mio augurio settembrino si racchiude in una sola parola: rivoluzione, come il titolo della poesia di Gianni Rodari.

Ho visto una formica,
in un giorno freddo e triste,
donare alla cicala
metà delle sue provviste.

Tutto cambia: le nuvole,
le favole, le persone…
la formica si fa generosa…
è una rivoluzione

Un vento rivoluzionario ci faccia scoprire luoghi sconosciuti, ci spogli dalle paure e ci spinga dove ancora non siamo arrivati, ci scompigli i capelli e ci stravolga i pensieri, ci solletichi la mente e ci elettrizzi il cuore…

Per essere la bandiera che gli altri vorranno seguire, l’aquilone da far volare senza mai lasciarlo andare, la barca sicura per affrontare anche il più tempestoso dei mari.

Buona vita.

 

sett1sett2sett3

 

 

Fotografie di Hugh Kretschmer

http://www.hughkretschmer.net

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...