New York: I futuristi al Guggenheim, Jeff Koons al Whitney e il comic book store di Brooklyn

E’ sabato e mi dirigo verso l’Upper East Side. Prima tappa il Guggenheim Museo il cui edificio progettato da Frank Llyod Wright vale da solo il motivo della visita. La mostra principale e’ quella dedicata al futurismo italiano. Un’esposizione che si svilppa cronologicamente lungo la rampa a spirale del museo. Ho scoperto il fotodinamismo, corrente futurista sulla fotografica, che e’ stata fonte di ispirazione per i pittori come Giacomo Balla nel bellissimo quadro “La mano del violinista “! Seconda tappa il Whitney Museum la cui mostra principale e’ la prima retrospettiva dedicata all
artista contemporaneo Jeff Koons. Dalle sue prima opere a Ny, alla scelta di aver come musa Ilona Staller pornostar, che poi diventerà sua moglie, alla volontà di creare sculture sempre più grandi. Le sue opere sono kitsch e fuori luogo ma la sua critica sociale e’ direttamente proporzione alla sua esagerazione artistica. Poi passeggiando ho trovato l’opera di arte pubblica “Clouds” di Olaf Breuning promossa dal Public art Found. Infine verso casa sono entrata nel comic book store Desert Island di Brooklyn che ha pubblicazioni illustrate da tutto il mondo. Un vero tesoro. Io mi sono comprata la mia piccola storia .

20140720-093305-34385471.jpg

20140720-093306-34386936.jpg

20140720-093306-34386193.jpg

20140720-093303-34383917.jpg

20140720-093308-34388660.jpg

20140720-093307-34387670.jpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...