Il posto delle fragole

 

 

Stasera utilizzerò questo spazio per un fine prettamente personale: fammi un augurio per stil mio imminente compleanno che arriverà puntuale come ogni anno tra circa mezz’ora.

Ho sempre letto storcendo il naso chi nei blog decanta la propria vita e il proprio trascorrere quotidiano senza far ricorso a  fatti eccezionali ed orginali, ma regalando fotografie banali di esistenze che poi alla fine sembrano assomigliarsi tutte.

Ma per il mio compleanno vorrei cantarmela un po’ e lo faccio tramite questo spazio, anche contraddicendomi.

Un esercizio che mi capita spesso di fare in concomitanza all’anniversario della mia nascita è andare a spulciare chi tra i personaggi famosi e degni di nota sia nato il mio stesso giorno.

Quello di cui vado più fiera oltre Giorgio Vasari è il grande registra Ingmar Bergman, nato anche lui il 30 Luglio di numerosi anni fa.

E proprio mentre mi accingevo anche quest’anno a praticare questo gioco di ricorrenze, per sconfiggere il mancato sonno dovuto all’afa cittadina di fine luglio, che mi è venuto in mente un film di Bergman come augurio : Il posto delle fragole.

ll film è un cammino tra ricordi e realtà di un uomo che comprende  cosa conta veramente nella vita e comincia a recuperare ciò che erroneamente aveva messo da parte: gli affetti in primis.

Ecco io quello che mi auguro per questo compleanno è di poter avere sempre un posto delle fragole.

Uno spazio, un luogo, un’idea, un’attività, un pensiero dove rifugiarmi quando ne ho bisogno, dove scappare quando la realtà non corrisponde alle mie aspettative, dove sorprendermi quando la realtà supera le mie aspettative, dove ritrovarmi quando mi sento persa, dove perdermi quando ho bisogno di sognare.

Un “posto” mio soltanto, una “rehab” immateriale, un luogo magico dove potermi recare ogni qual volta ne ho bisogno per rafforzare le idee ed i valore in cui credo, per confermare le persone importanti e per fare posto a quelle nuove che lo diventeranno e per agevolare l’uscita a quelle che il posto non se lo meritano più.

Non è un compito affatto semplice perché la vita spesso ci distrae e ci porta a trascurare quelle che dovrebbero essere le nostre priorità,  le uniche che ci offrono la possibilità di essere felici, o almeno di provarci,

Io mi auguro di avere sempre la consapevolezza dei miei desideri, di quello che voglio e soprattutto di quello che non voglio e di poter contare sempre su me stessa nonostante gli altri ed anche con gli altri.

Ed infine non fare come il vecchio Isak Borg che in vecchiaia cerca di riscattarsi per recuperare almeno un pò di felicità persa, io voglio darmi da fare fin da ora per poter essere felice.

Grazie anche al mio posto delle fragole.

Buon compleanno a me!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...