Le domeniche alla ricerca della felicità

Ci sono certe domeniche.
Quelle dal sapore amaro per il weekend appena trascorso.
Quelle che fin da piccola ho sempre detestato perché fanno rima con partenze, saluti, conclusioni.
Quelle che sono fatte per non fare nulla dopo giorni intensi e frenetici.
Quelle in cui lustri casa da cima a fondo sperando che l’ordine intorno a te contribuisca a fare chiarezza anche nella tua testa.
Quelle ideali per farsi certe domande.
Le domande che mi faccio io nelle domeniche un po’ bastarde che capitano ogni tanto hanno a che fare con la felicità.
Sono ben consapevole di cosa ora mi rende o renderebbe felice e quello che mi chiedo in giornate così è se sto facendo il possibile per esserlo.
Questo blog è in cima alla lista delle cose che fanno la mia felicità e leggendo il libro il Sogno di scrivere di Roberto Cotroneo me ne sono convinta ancora di più.

“Oggi ti pubblica Amazon, oggi ti pubblichi da solo. Oggi conta quello che vuoi raccontare. Nessuno vuole diventare famoso scrivendo. Semmai vuole diventare felice, che è un’altra cosa.
Prima felici, poi, al massimo, famosi. La felicità di aver scritto qualcosa che volevi leggere. E che potevi scrivere soltanto tu. Perché è la tua storia, solo tua. Se poi una tua storia, piena dei tuoi oggetti, dei visi a te familiari, di strade che hai frequentato magari da bambino, di pensieri con cui ti sei cullato mentre viaggiavi, o prima di addormentarti, o all’improvviso per chissà quale diavolo di motivo, insomma se tutte queste cose che dovrebbero riguardare solo te stupiscono anche gli altri, allora vuol dire che hai fatto la cosa migliore, l’unica possibile, l’unica per cui vale la pena di prendere la carta e una pensa, o di accendere il tuo portatile e aprire Word”

Sebbene dopo questa domenica ho ribadito a me stessa cosa non devo trascurare per non perdermi la felicità sono consapevole che ci saranno ancora giornate così. Domeniche in cui dovrò fermarmi, farmi qualche domanda scomoda e poi aggiustare il tiro per non rischiare di mancare le opportunità di essere felice.

Spero voi facciate altrettanto.

Di Arte poi parliamo un’altra volta, oggi è andata così.
bc1ec57b707463dbc808b865a1b28ace

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...